Archivi categoria: Comunicati stampa

Comunicati stampa

È online il nuovo sitoweb di Convergenza Socialista

È online il nuovo sitoweb di Convergenza Socialista. Ecco il link:

https://www.convergenzasocialista.it

Per chi sino ad oggi ci ha seguito su questo portale consigliamo di accedere al nuovo sito e di cliccare “Partecipa”.

Successivamente, basta compilare il modulo per registrarsi al sito ed essere aggiornata/o sui lavori della nostra organizzazione.

Saluti socialisti!

PARTITO DELLA SINISTRA EUROPEA: per una lista di sinistra alle elezioni europee. Il tempo è ora!

PARTITO DELLA SINISTRA EUROPEA: Per una lista di sinistra alle elezioni europee Il tempo è ora!

Dichiarazione del vicepresidente della Partito della sinistra europea, Paolo Ferrero:

Le organizzazioni italiane che fanno riferimento al Partito della Sinistra Europea – Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, L’altra Europa, Partito del Sud, Convergenza Socialista, Transform! Italia – hanno deciso di mettersi a disposizione per la presentazione di una lista della sinistra alle prossime elezioni europee.

In questi giorni tale percorso ha fatto decisi passi in avanti, cercando il coinvolgimento di altre forze che si muovono sul terreno dell’alternativa, con l’obiettivo di presentare a breve il logo e il nome della lista che correrà alle europee.

La posta in gioco è molto alta. C’è il rischio che la lunga stagione dell’austerità e delle politiche neoliberiste favorisca l’aumento della presenza nelle istituzioni comunitarie delle destre nazionaliste e xenofobe. Per questo occorre contrastare sia il neoliberismo che il nazionalismo e costruire in Italia e in Europa un terzo polo che metta al centro i diritti delle donne e degli uomini – di tutte le donne e gli uomini – a partire da quelli del e nel lavoro, la salvaguardia della natura, la cooperazione tra i popoli e la pace.

Al fine di realizzare questa confluenza tra esperienze sociali, politiche e culturali, tra soggetti politici diversi italiani ed europei, abbiamo aperto un confronto con le donne e gli uomini, i partiti le associazioni e i movimenti che si riconoscono in questo orizzonte politico di alternativa. Il successo della lista sarà strettamente legato al protagonismo che questi soggetti esprimeranno perché l’unica strada per rovesciare la situazione attuale, come ci insegna il movimento delle donne, è il protagonismo di massa.

Il Partito della Sinistra Europea, segue con attenzione e speranza il cammino intrapreso in Italia.

Roma, 8 marzo 2019

Sulla lista unitaria per le elezioni europee

La Segreteria nazionale di Convergenza Socialista evidenzia il lavoro fatto nelle ultime settimane per la presentazione della lista unitaria per le prossime elezioni europee. Lista che coinvolge i soggetti politici aderenti al Partito della Sinistra Europea con l’obiettivo di allargarne il perimetro ai soggetti politici, ai movimenti e alle singole individualità interessate alla prospettiva politica che tale lista si pone.

 

Convergenza Socialista, membro del Partito della Sinistra Europea con lo status di “cooperazione rafforzata”, registra la fase positiva nella discussione tra le parti per la presentazione della lista unitaria e porterà il proprio contributo per la definizione del profilo politico-programmatico, in particolare modo sul terreno del lavoro, dell’ambiente e della democratizzazione dell’Europa.

Manifesto for the European feminist 8 March 2019 strike

This coming 8 March we want to extend our alliances among women in order to defend the rights we have won. It was the union of many women throughout the world which won great victories for all of us and brought us the rights that we have today. Before our time there has been a long history of women activists, suffragettes and trade union members. However, we know that it’s still not enough: there is still a lot to do and we have to keep up the struggle.

Continua a leggere Manifesto for the European feminist 8 March 2019 strike

Primarie PD. Santoro (CS): per le classi meno abbienti non cambia nulla

“Sulle primarie del Partito Democratico dobbiamo essere chiari e dire le cose come stanno”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale di Convergenza Socialista. ” Il PD è un partito geneticamente nato per conservare, prima, e promuovere, dopo, forme più o meno spinte di liberismo.” 

 

“Il PD non ha niente a che fare con il socialismo e con le politiche a vantaggio delle classi sociali in estrema difficoltà. Rafforzare il PD significa solo rafforzare il liberismo globalista contro le destre sovraniste ma non risolve affatto la questione strutturale di questa Europa e, di conseguenza, di questa Italia. L’alternativa può essere solo nel socialismo classista, in natura non solo antiliberista ma anticapitalista.”

 

“Penso che sia improrogabile costruire un fronte alternativo alle destre e ai liberismi”, conclude Santoro, “tenuto conto che le elezioni europee si avvicinano e dobbiamo farci trovare pronti. Le politiche socialiste saranno il cuore di una proposta politica rivolta alle lavoratrici e ai lavoratori, ai precari, a chi cerca lavoro e non lo trova. Dovremo impegnarci al massimo per proporre un programma politico all’altezza dei nostri tempi e di questa Europa a trazione liberista”.

Ai militanti, volontari, simpatizzanti: facciamo riemergere il socialismo

Carissime/i compagne e compagni, lavoratrici e lavoratori,

Convergenza Socialista è da fine gennaio parte del Partito della Sinistra Europea. Ciò costituisce un grande passo in avanti per il rafforzamento della nostra organizzazione politica.

Stiamo inoltre lavorando per le prossime elezioni europee e a giorni speriamo di potervi dare notizie positive.

Ad ogni modo, si presenta l’opportunità, anche per chi segue Convergenza Socialista senza ancora esserne parte, di tornare a fare politica “socialista” e ci sarà tanto spazio per contribuire in modo sensibile e consentire a Convergenza Socialista di diventare visibile a livello nazionale ed europeo.

C’è quindi bisogno del contributo di tutti, soprattutto in questo frangente storico che vede un rafforzamento delle destre sovraniste e nazionaliste, e la presenza costante della retorica liberista, soprattutto in Europa.

Contribuite, pertanto, al risveglio del socialismo con l’apporto di iscritti, militanti, volontari e simpatizzanti. Se vuoi darti da fare con noi, clicca il link sotto e scrivici.
https://convergenzasocialista.com/contatti/

Convergenza Socialista

Sardegna. Santoro (CS): è necessario un ripensamento strategico della sinistra

“Le elezioni in Sardegna fanno emergere un dato chiaro, ovvero la necessità di un ripensamento strategico della sinistra”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale di Convergenza Socialista. “Due vie d’uscita a mio modo di vedere. Il primo, riprendere con forza la questione dello scontro capitale-lavoro, e riprenderci i lavoratori i quali, inconsapevolmente, inseguono sirene di altra natura, di certo non classiste, che non faranno mai i loro interessi. Secondo, avviarsi verso una unità d’intenti tra le forze politiche antisistema che duri nel tempo e non sia solo una questione tattica da sventolare per convenienze di corto respiro.”

“Dobbiamo, quindi, nel breve periodo ripartire con forza dal contrasto al liberismo, punto di partenza per una lista unitaria a sinistra. La questione principale non va posta solo sul fronte dell’immigrazione, tema senza dubbio importante ma che farebbe il gioco di Salvini e della Lega. La sinistra, invece, deve riprendere alcune parole d’ordine di vecchio stampo. Il conflitto tra chi lavora per un salario e chi fa profitti esiste tutto. Poi c’è la questione della mancanza di lavoro, il ché non significa schiavizzare donne e uomini per pochi euro e poter dire che l’occupazione è in ripresa, ma considerare che siamo nel mezzo della rivoluzione industriale 4.0 e il lavoro sarà necessariamente sempre meno. Dobbiamo cominciare a discutere di nuovi processi di produzione e di distribuzione della ricchezza.”

“Penso che le classi meno abbienti possano ritrovare un punto di riferimento in una sinistra con una visione strategica diversa che però dovrà puntare su alcune componenti di rottura rispetto allo status quo”, conclude Santoro. “Non si può pensare che la Lega, il M5S oppure il PD facciano gli interessi di chi lavora, di chi cerca lavoro, oppure di chi è precario.”

Secessione dei ricchi. Marigo (CS): operazione in continuità con il pensiero secessionista e localista

“Ciò che sta avvenendo con la proposta del “regionalismo differenziato” o “Autonomia”, che dir si voglia, è quella che si suole definire una polpetta avvelenata”, commenta Giandiego Marigo della segreteria nazionale di Convergenza Socialista. “Essa è in logica continuità con il pensiero secessionista e localista.”

”Con la volontà primeva del pensiero leghista di dividere il paese in due o tre tronconi. La definizione trovata per questa proposta, cioè “Secessione dei ricchi”, ben definisce la qualità del pensiero che la sottende. La modulazione delle canzoni intessute intorno all’argomento, dall’efficienza al diritto dei Lombardo-Veneti- Emilioromagnoli ad una fantomatica autodeterminazione ed autogestione delle proprie finanze è pretestuoso e motivato da un retroterra egoistico.”

”Così come pretestuoso appare il richiamo all’autonomismo regionale delle regioni a statuto speciale”, continua Marigo. “La volontà è quella di dividere il paese ed abbandonare a sé stesso il mezzogiorno d’Italia, il che è sempre stato nelle intenzioni delle camicie verdi della prima ora.”

”Stupisce, anche se non troppo, considerando le idee macro-regionaliste di Grillo, l’adesione di M5S a questo progetto infame, ed ancora di più stupisce, anche se ormai ci siamo abituati, l’ulteriore, suicida, spostamento verso motivazioni destrorse del PD che è, in realtà, una delle vittime designate della polpetta che sta accettando di ingoiare, pur di racimolare quattro voti fra gli indecenti d’Italia. Cercando , in ritardo, di cavalcare l’onda regional- nazionalista che ormai appare la moda del momento.”

“Convergenza Socialista a fianco delle forze realmente progressiste e della Sinistra Europea”, conclude Marigo, “si farà motore della resistenza alla Secessione dei Ricchi, non già per un uno spirito nazionalista che non ci appartiene, ma per il senso e la visione che stanno dietro a questa follia autonomista.”

Convergenza Socialista entra nel Partito della Sinistra Europea

Convergenza Socialista, soggetto politico aderente al ‘Forum europeo delle forze progressiste’ e firmatario della chiamata al primo Forum di Marsiglia, ha lavorato in questi anni con tenacia all’emersione di una rinnovata coscienza socialista, classista, mettendo in campo non solo un chiaro risveglio teorico del socialismo di classe, ma avviando una rivista dedicata, dal nome coraggioso come L’Ideologia Socialista, con l’obiettivo di riportare in superficie idee, concetti, riflessioni dimenticate da tempo. Un approccio, il nostro, non solo teorico bensì politico e programmatico. Strutturale. Come diceva Lenin: “o ideologia borghese o ideologia socialista. Non c’è via di mezzo”.

Comunichiamo, quindi, che il Comitato Esecutivo del Partito della Sinistra Europea ha deciso, durante l’incontro del 26 e 27 Gennaio, di ammettere Convergenza Socialista tra i suoi partners. Grazie a questo importante passaggio, Convergenza Socialista è ufficialmente in collaborazione con il Partito della Sinistra Europea. Da subito saremo coinvolti in incontri, eventi, dibattiti e nei gruppi di lavoro che nel tempo saranno organizzati.

Per i lavoratori, contro i padroni.

Il socialismo è coscienza e lotta di classe. La nostra missione: riportare il socialismo sul terreno della lotta di classe. Per i lavoratori, contro i padroni.

Il socialismo vive sul terreno dello scontro tra capitale e lavoro salariato, poiché si prende coscienza di una lotta tra classi sociali diverse, tra campi avversi, in cui alcuni opprimono mentre tantissimi altri vengono oppressi.

Il socialismo è compiutamente definito come alternativa strutturale di società, come società altra e diversa che ipotizza un uomo (nel suo significato generale) altro e diverso, poiché parte dal presupposto che siano radicalmente differenti i rapporti di produzione e di distribuzione della ricchezza all’interno della società. Così come devono intendersi differenti i rapporti con il concetto di proprietà.

Per dirla in parole povere, il socialismo è il fine, in quanto società raggiunta, di un processo in divenire che consiste in una radicale trasformazione della società e ciò implica che il socialismo è anticapitalista esattamente come il capitalismo è antisocialista.

La nostra missione politica, di conseguenza, consiste nel ridare luce al vero significato della parola socialismo, attivando i canali politici per un “revisionismo al contrario”. Si ritorni a parlare di socialismo come alternativa struttuale di società, alternativa al capitalismo.
Non dobbiamo assolutamente lasciare il socialismo nelle mani in cui è stato per troppo tempo. La nostra militanza, i nostri militanti hanno il compito di dare una mano. Abbiamo tutti noi la missione di riportare il socialismo sul terreno della coscienza e della lotta di classe.

La nostra missione necessita, perciò, di una militanza che contribuisca attivamente nell’estirpare quel virus trasformatore delle coscienze e delle anime che ha tradito nei tantissimi decenni passati il vero significato del termine “socialismo”. Strappiamo questa bellissima parola dalle mani dei revisionisti, di coloro, cioè, che hanno tentato sino ad oggi di nascondere la vera essenza del termine.

Aderisci e partecipa ai lavori di Convergenza Socialista.
https://convergenzasocialista.com/adesione/

Iscriviti alla Newsletter della nostra rivista teorica del socialismo, L’Ideologia Socialista.
https://www.ideologiasocialista.it/